Cagliari. Evadono dai domiciliari, custodia in carcere per due giovani cagliaritani

I due erano stati arrestati dalla Polizia di Stato in quanto autori del furto di 5.500 € all’interno dell’abitazione di un anziano pensionato di Mamoiada.

CARCERENel pomeriggio di ieri personale delle Squadre investigative dei Commissariati di Pubblica Sicurezza di Ottana e di Orgosolo ha dato esecuzione all’ordinanza del GIP del Tribunale di Nuoro che ha disposto la misura cautelare della custodia in carcere, in sostituzione di quella degli arresti domiciliari, nei confronti dei due giovani cagliaritani, pregiudicati che, nel mese scorso, vennero arrestati dalla Polizia di Stato in quanto autori del furto di 5.500 € all’interno dell’abitazione di un anziano pensionato di Mamoiada, somma, peraltro, interamente recuperata e restituita alla vittima.

In quell’occasione i mirati servizi di controllo del territorio predisposti dal Questore di Nuoro Massimo Alberto COLUCCI, attuati dalle squadre volanti dei due Commissariati di PS di Ottana e Orgosolo, consentirono il rintraccio dei fuggitivi e l’interruzione della loro fuga ai limiti della provincia nuorese.

L’aggravamento della misura cautelare è stato determinato dalle risultanze di attività investigative in atto, nel corso delle quali è emerso che entrambi, nonostante gli arresti domiciliari, stavano programmando la perpetrazione di un ulteriore furto in una non meglio precisata abitazione, preceduta da sopralluoghi da effettuarsi in orari notturni, contando così di eludere i controlli sull’esecuzione della misura cautelare.

advertisement

A riprova del loro attivismo, nonostante il “riposo forzato”, vi è la circostanza che entrambi, pochi giorni fa, sono stati tratti in arresto in flagranza del reato di evasione da personale della Squadra Mobile della Questura di Cagliari in quanto non risultavano presenti presso i rispettivi domicili all’atto dei controlli di polizia, uno giustificando la sua assenza con la scusa di andare ad acquistare le sigarette. I due indefessi pregiudicati, esperite le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Uta (Ca).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here