Sassari. “Perseo e Medusa” al teatro civico

Primavera a Teatro” prende il via lunedì 21 maggio, alle 20.30, a Palazzo di Città, con uno spettacolo di danza per grandi e piccini ispirato al celebre e avventuroso racconto della mitologia greca: “Perseo e Medusa”, una produzione ASMED Balletto di Sardegna ideata e diretta da Senio Giovanni Barbaro Dattena. L’opera sarà interpretata da Fioraldj Doci, Senio Dattena e Sara Manca con le coreografie di Cristina Locci e le elaborazioni musicali di Diego Soddu.

teatroL’appuntamento è il primo dei quattro organizzati da Estemporada per la kermesse inserita nel Maggio sassarese, diretta artisticamente da Livia Lepri e patrocinata dalla Fondazione di Sardegna e dal Comune di Sassari.

advertisement

La composizione si preannuncia molto curata, nel tentativo di coniugare spettacolarità e divertimento con il sentimento e la poesia che, come una stella polare, sembra guidare via via le azioni artistiche. Ma la spettacolarità non è mai fine a se stessa, è sempre tesa a esaltare gli eterni temi cruciali della giustizia e dell’amore e dell’eterna lotta tra il bene. I costumi sono stati realizzati da Stefania Dessì (sotto la supervisione di Dattena) con le allieve della IV A dell’Istituto Professionale per i Servizi Sociali Sandro Pertini di Cagliari.

Nella storia di Perseo confluiscono una serie di miti che rendono il racconto assai articolato e spettacolare, a partire dalla figura di sua madre Danae, che riceve la visita di Zeus nelle sembianze di pioggia d’oro. Un’immagine di grande forza evocativa. La struttura è quella delle fiabe classiche. Abbiamo l’eroe (Perseo), il cattivo (re Polidette), la fanciulla da salvare (sua madre Danae e Andromeda), le prove da superare (tagliare la testa alla gorgone e uccidere il mostro marino) e l’intervento magico (Atena e Ermes).

Nella trama si incontrano il mito di Medusa, punita implacabilmente da Atena e trasformata in un mostro orribile che trasforma in statua di marmo chiunque la guardi;  il mito di Pegaso cavallo alato, che nasce dalla testa della gorgone decapitata, e quello di Cassiopea, che dopo la morte diventerà una costellazione. Elemento imprescindibile e da non sottovalutare, è quello tradizionale che valorizza il coraggio, la dedizione, il bene e il lieto fine. Per informazioni e prenotazioni contattare lo 079281129.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here