GdF Nuoro: continua la lotta contro le “dichiarazioni a zero”

Nuoro: continua la lotta contro le “dichiarazioni a zero”. La Guardia di Finanza scopre evasore fiscale e recupera a tassazione 135.000 euro.

La Guardia di Finanza di Nuoro ha concluso una verifica fiscale nei confronti di una società dedita al commercio di materiale elettrico e termoidraulico risultata essere evasore paratotale per l’anno 2016.

Nella ricostruzione della condotta illecita, ha rivestito notevole importanza il numero di pubblica utilità “117”, fondamentale strumento di dialogo con la cittadinanza.

advertisement

A supporto del ruolo di polizia economico–finanziaria, a tutela delle risorse pubbliche e degli interessi della collettività, il “117” della Guardia di Finanza offre, tra l’altro, la possibilità di segnalare irregolarità e violazioni di natura fiscale.

Nel caso in esame, un cittadino, dopo aver effettuato il pagamento di una prestazione lavorativa senza ricevere il previsto documento fiscale, ha segnalato l’accaduto al “117” e successivamente si è presentato presso gli uffici della Compagnia della Guardia di Finanza barbaricina per fornire ulteriori elementi e sporgere formale esposto.

GdF, Nuoro, lotta, dichiarazioni, zeroLa segnalazione, per puro caso, era inerente ad un soggetto economico rientrante tra quelli che avevano presentato le cosiddette “dichiarazioni a zero”, fattispecie di evasione fiscale sulla quale il setaccio della Fiamme Gialle nuoresi sta lavorandodall’inizio dell’anno e che consiste nel presentare la dichiarazione dei redditi conimporto “zero” così da non risultare inadempiente e far insospettire gli organi di controllo.

Le attività di verifica hanno permesso di ricostruire un’evasione fiscale pari a oltre 135.000 euro e violazioni all’IVA per oltre 50.000 euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here