«I Giganti rosa», il vino dedicato alle donne

Più informazioni su

DESOLE: I GIGANTI ROSA, GESTO DI GRANDE GENEROSITÀ E DI NOTEVOLE RILEVANZA SOCIALE DELL’AZIENDA CONTINI.

I Giganti rosaIn relazione alla presentazione del vino dedicato alle donne «I Giganti rosa» della ditta Contini, avvenuta in anteprima al Vinitaly a Verona, e ieri 27 aprile 2018 a Cabras, la Presidente dell’Associazione Prospettiva Donna di Olbia Patrizia Desole, dichiara: «Ringrazio l’Azienda Contini, anche a nome del direttivo dell’Associazione, per ilgesto di grande generosità e di notevole valenza sociale.

Decidendo di destinare alla nostra associazione parte del ricavato della vendita del vino, questa azienda sta contribuendo alla realizzazione concreta dei nostri progetti ma anche e soprattutto al sostegno di una causamolto più ampia, quella del contrasto alla violenza sulle donne.

Si tratta di un’iniziativa che riconosce e rinforza il ruolo centrale e decisivo dei centri antiviolenza, luoghi strategici dove le donne vittime di abusi e maltrattamenti ritrovano la libertà, il senso della propria identità e della propria autodeterminazione.

L’Azienda Contini, attraverso l’utilizzo di un salvagoccia posizionato sulla bottiglia e riportante il logo e la mission della nostra associazione, contribuirà alla diffusione dello spirito delle nostre iniziative, dei nostri progetti e della forza delle nostre idee.»

Prospettiva Donna, che gestisce i centri antiviolenza e le due case rifugio di Olbia e Oristano, è impegnata da anni per contrastare la violenza sulle donne, che in numero sempre crescente si rivolgono all’Associazione, vittime di ogni forma di sopruso in famiglia, nel posto di lavoro e nella società.

Il Centro, lavorando in rete con le istituzioni, accoglie queste donne e promuove iniziative che hanno come priorità il miglioramento delle loro condizioni di vita.

È ormai un fondamentale punto di riferimento per le donne e i bambini del territorio e della Sardegna, un luogo in cui trovare sostegno, prendere coscienza del problema e affrontarlo con l’aiuto di professioniste e di volontarie qualificate, insieme alle quali intraprendere un percorso per riappropriarsi della propria vita.

Più informazioni su