Sassari. I Testimoni di Geova ricordano la morte di Gesù

I testimoni di Geova di Sassari ricorderanno la morte del nostro Signore Gesù Cristo sabato 31 marzo 2018, radunandosi nelle 4 Sale del Regno dei testimoni di Geova della provincia di Sassari e in altri locali.

Si tratta della più importante celebrazione di questa confessione cristiana, che trae origine
dal comando che diede Gesù stesso agli apostoli durante l’ultima cena: “Continuate a fare questo in mio ricordo”. (Luca 22:19)

Testimoni di GeovaLo scorso anno hanno assistito alla celebrazione nella provincia di Sassari più di 1.200 persone, tra testimoni di Geova e simpatizzanti, mentre in tutta Italia 431.035 persone si sono radunate per l’evento nelle oltre 3.500 comunità sparse su tutto il territorio nazionale. In tutto il mondo i presenti sono stati 20.175.477, di cui circa 12 milioni non erano Testimoni. Questo significa che la Commemorazione è una ricorrenza importante non solo per i Testimoni di Geova ma anche per milioni di altre persone di tutto il mondo.

Nella città di Sassari la celebrazione si terrà nei seguenti luoghi e orari:

advertisement
  • Sala del Regno dei Testimoni di Geova, Via Caruso 32, ore 20:00 (italiano con
    traduzione in LIS)
  • Centro Congressi Hotel il Vialetto, Via Predda Niedda 37/L, ore 19:30 (italiano, inglese e francese)
  • Hotel Grazia Deledda, Viale Dante 47, ore 19:30 (italiano e spagnolo)

La Commemorazione sarà tenuta anche in lingue diverse dall’italiano e tradotta nella Lingua dei Segni Italiana (LIS) per consentire anche ai sordi e a persone che parlano altre lingue di beneficiare di questa speciale occasione.

A Sassari diversi testimoni si stanno impegnando per imparare altre lingue per poter curare i bisogni spirituali sia dei sordi che di persone di altri paesi, provvedendo loro conforto scritturale nella lingua che comprendono meglio.

Come avviene in tutti gli incontri dei Testimoni, l’ingresso è libero e non si fanno collette.
Ogni anno la Commemorazione della morte di Gesù viene celebrata dai testimoni di Geova
nel giorno corrispondente al 14 nisan del calendario ebraico, giorno in cui, secondo la Bibbia, morì il figlio di Dio.

La celebrazione avrà inizio con un canto e una breve preghiera. Dopodiché un ministro di
culto pronuncerà un discorso per chiarire le ragioni per cui Geova Dio mandò Suo Figlio sulla terra a morire per tutta l’umanità. In particolare verrà data risposta a domande come: A cosa è servita la morte di Gesù? Perché è importante ricordarsi di lui?
Come fece Gesù durante l’ultima cena, saranno passati fra i presenti pane non lievitato e
vino rosso, che per i testimoni di Geova simboleggiano rispettivamente il corpo e il sangue del Figlio di Dio.

Infine, un altro canto e una preghiera concluderanno la cerimonia, che durerà
complessivamente circa un’ora.
Nelle settimane che precedono la Commemorazione i Testimoni di Sassari, come gli altri in tutto il mondo, sono impegnati in una grande campagna di informazione con l’obbiettivo di consegnare al maggior numero di famiglie un invito ad essere presenti. Solo nella città di Sassari verranno distribuiti oltre 25.000 inviti. L’intento è quello di dare massimo risalto a questo speciale avvenimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here