Cagliari. Inaugurazione Mostra “Bianca, la bambina dei sogni” di Silvana Cossu

Sabato 3 Marzo 2018, alle h. 18.00, nella Sala Eleonora d’Arborea in via Falzarego 35 a Cagliari, il Centro di Documentazione e Studi delle donne inaugura la mostra.

La mostra resterà aperta fino al 9 marzo 2018 e si potrà visitare nei giorni e nelle ore di apertura del Centro:

Mattina – dal martedì al venerdì h. 9.45-13.00

advertisement

Sera – martedì h. 14.00-17.30 – giovedì h. 16.00-19.30

Presenta Anna Palla – manager di Blanquita project

Interviene Luciano Marongiu – actor performer

Sarà presente l’autrice

Al termine verrà offerto un piccolo buffet

Bianca, la bambina dei sogni“Bianca nasce una sera d’autunno di due anni fa; all’inizio non sapevo bene chi fosse o cosa farne, i suoi passi risuonavano nel silenzio della casa e io sperimentavo con stupore il suo muoversi tra colori e parole. A poco a poco ho iniziato a capire ciò che voleva comunicarmi: che ci vuole coraggio. Coraggio di fermarsi, di lasciare andare e ricominciare, di dire e tacere. Coraggio della notte, del  mare profondo, dell’urlo del vento e del silenzio, della solitudine e della fatica. Le parole di Bianca si espandono, scompaiono e prendono il volo. I suoi colori custodiscono una speranza preziosa: che non si spenga mai quella scintilla di meraviglia che continua ad emozionarci e farci sentire in pace con la nostra “adultità” che è il risultato dei Bambini e delle Bambine stupende che siamo state”.

 

Nota sull’autrice

Silvana Cossu nasce a Bosa (Or) nel 1963 e da parecchi anni vive in un paese dell’hinterland cagliaritano dove insegna in una Scuola Primaria. Come poeta ha partecipato a diversi concorsi, ottenendo sempre risultati apprezzabili. Nel gennaio del 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta di poesie “All’ombra di conchiglie”.

Nel maggio del 2012, con la raccolta poetica “L’Isola che c’è”, risulta vincitrice del Concorso Nazionale di Poesia “Versi per un Territorio”, indetto dalla GBE/ Ginevra Bentivoglio Editoria con il patrocinio del Comune di Roma. Diventa disegnatrice “per caso”, quando, nell’autunno del 2015 “nasce” Bianca che viene protetta da copyright nell’aprile del 2016.

In questi due anni vengono prodotte circa 30 tavole, accompagnate spesso da brevi testi in prosa e poesie,  più un numero imprecisato di vignette con i “Pensierini di Bianca”.

Questo personaggio che ha le fattezze di una bimba di cinque anni, senza alcuna definizione fisica, inizia a farsi conoscere in tutta Italia stampata su t-shirt e felpe e attraverso il web, col sito www.lafilosofiadibianca.com e la pagina facebook. Nell’ottobre del 2017 vengono pubblicati da “STAMPA” i primi due libri della nascente collana “Le storie di Bianca”. Nello stesso mese appare in due mostre ( vedi la pagina news del sito) dal titolo “Bianca, la bambina dei sogni”. Per Bianca si sta attuando un progetto di crowdfunding.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here