Regione Sardegna. Candidature per il Parlamento e preoccupazioni locali

Preoccupazioni sulla Presidenza della Regione per l’eventuale subentro di Claudia Zuncheddu all’on.le Lai. L’Unione Sarda 11/01/2018 “Da ieri sul tavolo del garante nazionale la lista dei nomi dei possibili candidati al Parlamento”

preoccupazioniIn Sardegna nel pieno dei giochi e delle strategie per le candidature di esponenti politici sardi nel parlamento italiano, a proposito dei 30 aspiranti onorevoli  del neonato Liberi e Uguali, apprendiamo dalla stampa che “secondo indiscrezioni, alla Presidenza della Regione l’ipotesi di dimissioni di Eugenio Lai desterebbe qualche preoccupazione: gli subentrerebbe in Consiglio regionale Claudia Zuncheddu (Sardigna Libera) che ha manifestato posizioni molto diverse da quelle della Giunta Pigliaru”.

Rispondiamo che benché neonato nel nome, Liberi e Uguali vanta una storia lunga e sperimentata su come destreggiarsi per garantirsi il proprio potere dentro le istituzioni, per cui non c’è da preoccuparsi dell’eventuale subentro di Claudia Zuncheddu al posto dell’on.le Lai, anche perché deve pensare innanzitutto a farsi eleggere. Semmai ciò che stupisce e che deve far riflettere, sono le preoccupazioni della Presidenza della Regione nei confronti di una persona: Claudia Zuncheddu.

Sardigna Libera ribadisce che il Presidente e la sua maggioranza bene farebbero a preoccuparsi del proprio operato in questa legislatura, nonché di doverne rendere conto non ad una persona, ma a tutti i sardi che sono tutt’altro che soddisfatti della loro gestione politica della Sardegna.

La Presidenza Regionale quindi non deve preoccuparsi dell’eventuale subentro dell’esponente indipendentista all’on.le Lai, visto che le sue idee e le sue battaglie per la giustizia sociale e per i diritti dei sardi, non hanno bisogno di essere in Consiglio Regionale per essere portati avanti e farsi sentire.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here