Cagliari. “Dialoghi sulla Costituzione”: domani quinto appuntamento

Si terrà domani il quinto appuntamento con i “Dialoghi sulla Costituzione”, ciclo di dodici lezioni sviluppato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in collaborazione con gli Editori Laterza, nell’ambito del progetto “Il Viaggio della Costituzione”.

Gli incontri accompagnano la Carta Costituzionale nelle dodici città italiane che ne ospitano la mostra itinerante. Sono strutturati nella forma di dialogo tra un giurista e un ricercatore di altra materia, e coordinati da un giornalista.

Presso l’Ex Manifattura Tabacchi, si confronteranno Roberto Bin, professore di Diritto costituzionale all’Università di Cagliari e Luciano Marrocu, professore di Storia contemporanea all’Università di Cagliari, moderati da Gianni Filippini, giornalista ed ex direttore dell’Unione Sarda. Introdurrà Massimo Zedda, Sindaco di Cagliari. Ad illustrare l’iniziativa Lodovico Steidl, Relazioni istituzionali Editori Laterza.

Il confronto sarà incentrato sul tema “Autonomia e decentramento”, in riferimento al quinto articolo della Costituzione. A ciascuna delle città sono associati, infatti, uno dei principi fondamentali e il tema cardine ad esso ispirato. Lo scopo è quello di promuovere occasioni di dialogo utili a guidare studenti e cittadini nella comprensione del valore storico e culturale della Carta Costituzionale. In apertura dell’incontro sarà proiettato un filmato realizzato da Rai 3 per i “Dialoghi sulla Costituzione”.

advertisement

Nell’anno delle celebrazioni per il 70° Anniversario della Costituzione Italiana, questo progetto vuole tracciare un percorso simbolico tra la nascita della Repubblica e i nostri giorni, creando uno spazio rappresentativo e aperto alla cittadinanza.

“Il Viaggio della Costituzione”, promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Struttura di Missione per gli Anniversari di interesse nazionale, dopo Cagliari, farà tappa insieme ai “Dialoghi sulla Costituzione” ad Aosta, Roma, Venezia, Firenze, Trieste, Assisi e Reggio Emilia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here