Cagliari. Due persone arrestate dalla Polizia di Stato per furto aggravato continuato di autovettura in concorso tra loro

Più informazioni su

In manette sono finiti Eugenio Biancospino,  40enne, pluripregiudicato e Luca Spiga, 43enne, anch’esso con diversi precedenti penali, entrambi di Sestu.

furto aggravatoNell’ambito del dispositivo di controllo del territorio, potenziato per rispondere alle esigenze dei cittadini che sempre più spesso si rivolgono alla Polizia di Stato per chiedere prevenzione e sicurezza, ulteriormente potenziato in vista anche del periodo natalizio, i Poliziotti della Squadra Volante dell’UPGSP e del Gruppo Falchi della Squadra Mobile hanno arrestato Eugenio Biancospino,  40enne, pluripregiudicato e Luca Spiga, 43enne, anch’esso con diversi precedenti penali, entrambi di Sestu, per furto aggravato continuato di autovettura  in  concorso tra loro e il Biancospino  anche per il reato di evasione, mentre Spiga è stato indagato per ricettazione. Alle 9 circa di oggi è stato segnalato al Centro Operativo Telecomunicazioni il furto, avvenuto pochi minuti prima nella Via Is Mirrionis, di un furgone il cui il proprietario  era intento a consegnare del pane.

Il proprietario è riuscito a recuperare il mezzo 5 minuti dopo bloccando il ladro che era rimasto imbottigliato nel traffico all’altezza dell’ospedale Santissima Trinità. Il ladro, vistosi scoperto ha lasciato il mezzo scappando a piedi verso l’ospedale, ripreso anche dalle telecamere del commissariato che lo hanno ripreso perfettamente. Immediatamente visionate le immagini gli agenti di un equipaggio della Squadra Volante hanno riconosciuto senza ombra di dubbio BIANCOSPINO Eugenio.

Circa 10 minuti dopo il Centro  Operativo ha diramato le ricerche di un furgone modello IVECO 35  con l’effige della nota azienda “Arborea” che era stato asportato qualche istante prima nella Via Campania mentre l’autista era intento ad effettuare delle consegne presso un negozio. All’interno del predetto mezzo erano custoditi diversi generi alimentari del tipo latticini per un valore complessivo di quasi 3000 euro.

In considerazione del medesimo modus operandi gli agenti hanno focalizzato le ricerche su BIANCOSPINO. In considerazione della sua attuale sottoposizione al regime degli arresti domiciliari in Sestu (per un precedente arresto in flagranza di reato per reati contro il patrimonio) nonostante le ricerche lo stesso è risultato irreperibile.  Gli agenti, una volta giunti nella sua abitazione, hanno notato all’interno del cortile una confezione di mozzarelle Arborea e vicino alla porta d’ingresso della casa una confezione di latte Arborea da 10 brick.

All’interno della casa  è stato rinvenuta una consistente parte del carico del mezzo.

Contestualmente, un altro equipaggio della Squadra Volante, dopo un breve inseguimento a piedi  iniziato in Via Seruci e terminato nella via Cornalias, ha bloccato Biancospino ancora abbigliato come ripreso dalle immagini di videosorveglianza. Negli stessi momenti i poliziotti del Gruppo Falchi hanno rintracciato il furgone aperto e con metà del carico ancora all’interno sempre a Sestu. Le chiavi sono state rinvenute nella disponibilità di SPIGA, complice di Biancospino, residente a poca distanza dal luogo di ritrovamento del furgone, anch’esso sottoposto al regime degli arresti domiciliari poiché arrestato in flagranza di reato per furto. Al momento del controllo a casa dello stesso è stata rinvenuta parte della merce sottratta.  Tutta la merce è stata restituita. I due, agli arresti domiciliari, saranno sottoposti al giudizio per direttissima domani mattina.

 

Più informazioni su