Cagliari – Super Icardi castiga i rossoblù. Non basta Pavoletti

CAGLIARI – Fa festa l’Inter, che per una notte balza in testa alla classifica e scavalca il Napoli, ma il Cagliari non esce per nulla ridimensionato dal match contro i nerazzurri. Anzi. La sconfitta per i rossoblù appare eccessiva, con un 3 – 1 (doppietta di Icardi e Brozovic, con la rete di Pavoletti a illudere gli isolani) generato soprattutto dai meriti dell’argentino, in condizioni stratosferiche. Per affrontare gli ambrosiani il tecnico Lopez punta sulla riconferma in blocco dell’undici vittorioso al Dacia Arena, riproponendo il 3 – 5 – 2 con Romagna, Andreolli e Ceppitelli davanti a Rafael, Ionita Cigarini e Barella a supportare i laterali Padoin e Faragò, in attacco Joao Pedro alle spalle di Pavoletti. E’ il Cagliari a partire con il piede sull’acceleratore e, al 16’, grazie all’azione irresistibile di Faragò che serve Pavoletti va vicinissimo al vantaggio. Serve un miracolo di Handanovic per salvare i meneghini. Fa fatica a organizzarsi l’Inter, Spalletti cerca di scuotere i suoi dalla panchina ma in campo sembrano esserci solo i sardi, che sfiorano di nuovo la marcatura con un colpo di testa di poco alto dell’ex napoletano. Alla prima vera occasione, i nerazzurri colpiscono: al 29’ traversone di Candreva dalla destra, contro cross di Perisic e Icardi non perdona. Svantaggio immeritato per il Cagliari, che alla fine della prima frazione si butta in avanti ma senza successo. Nella ripresa sono subito i rossoblù a rendersi pericolosi con Barella, che scaglia un tiro velenoso deviato in corner dalla difesa. L’Inter tenta di far girare il pallone sulle fasce, tentando qualche avanzata. Su una di queste arriva il raddoppio all’11’: lancio per Candreva che serve un assist per il neo entrato Brozovic. Impossibile sbagliare per il croato. Sembra il colpo del cappaò per il Cagliari, che però non si arrende. Al 26’ grande pennellata di Faragò per il destro al volo di Pavoletti. E’ il 2 – 1, con la partita riaperta. I padroni di casa avrebbero l’occasione del pareggio con Farias, che calcia debolmente. E la legge del calcio si concretizza. Gol sbagliato, rete subita. Al 39’ la palla si impenna in area di rigore e Icardi chiude la partita. Episodio da Var, con il gol che sembra da annullare visto il fuorigioco di partenza dei nerazzurri e il fallo sull’estremo ospite. Inutili le ultime sfuriate del Cagliari, con i milanesi per una notte a comandare la classifica. Per i rossoblù è già tempo di pensare alla Coppa Italia, martedì contro il Pordenone, poi domenica la trasferta di Bologna.
Luciano Pirroni

CAGLIARI (3 – 5 – 2): Rafael, Romagna, Andreolli, Ceppitelli, Faragò, Ionita (18’ s. t. Farias), Cigarini, Barella, Padoin, Joao Pedro (37’ s. t. Cossu), Pavoletti (42’ s. t. Giannetti). All. Lopez

INTER (4 – 2 – 3 – 1): Handanovic, D’Ambrosio, Santon, Miranda, Skriniar, Vecino (8’ s. t. Brozovic), Gagliardini, Candreva (40’ s. t. Joao Cancelo), Perisic, Borja Valero, Icardi (48’ s. t. Eder). All. Spalletti

ARBITRO: Pairetto di Nichelino

RETI: 29’ Icardi. Nella ripresa all’11’ Brozovic, al 26’ Pavoletti, al 39’ Icardi