Cagliari – Lopez: “Si riparte dalla prestazione”

Più informazioni su

CAGLIARI – La nona sconfitta nelle prime 14 giornate non toglie fiducia all’allenatore rossoblù. Diego Lopez non perde il sorriso neppure dopo il terzo cappaò della sua gestione su sei partite disputate. Il Cagliari fallisce l’appuntamento con il tris di vittorie consecutive, ma contro l’Inter capolista solitaria per una notte e ancora imbattuta dimostra di essere sulla strada giusta. “Avevamo davanti una squadra forte e non abbiamo avuto paura – dice il tecnico uruguayano – Sono molto ottimista perché la squadra sta crescendo. Abbiamo fatto un grande sforzo, disputando un gran primo tempo. Nel secondo l’Inter ha cambiato ed è venuta fuori la sua qualità. Mi tengo questa prestazione, la squadra ha dimostrato un’ottima personalità e le trame sono state in crescita”. Un briciolo di rammarico per il gol fallito da Pavoletti nel primo tempo, con il miracolo di Handanovic: “Sarebbe sicuramente cambiata la gara, nel momento in cui fai pressing alto e trovi il vantaggio, sarebbe stata tutta un’altra storia. Siamo stati aggressivi sin dall’inizio. Se avessimo lasciato l’iniziativa ai loro giocatori con l’impostazione di Borja Valero, Gagliardini e Vecino, sarebbero arrivati i rifornimenti per Icardi”. Proprio l’argentino è stato cinico: “Ha avuto mezza palla e non ha fallito. E’ un animale d’area di rigore”. Poche discussioni anche sul fallo del terzo gol: “Dal campo ho avuto la sensazione che fosse stata commessa un’irregolarità, ma è inutile parlare del Var. Avessimo segnato il pareggio con Farias – conclude Lopez – sarebbero cambiati i discorsi. Ora però dobbiamo pensare alla partita di martedì in Coppa Italia. Di sicuro ci saranno dei cambi. Ho l’idea di far giocare chi ha avuto meno spazio”.
Luciano Pirroni

Più informazioni su