Il Sostegno Europeo per le Regioni Italiane CENTO ESEMPI di SVILUPPO – Regione SICILIA

Regione SICILIA

 

Situata ai confini meridionali dell’Unione Europea, la Sicilia soffre di una condizione di perifericità geografica aggravata da una dotazione di infrastrutture di trasporto inferiore alla media italiana.

Per colmare questo deficit sono stati avviati con il sostegno del FESR, progetti di miglioramento del sistema dei trasporti e della gestione delle risorse idriche. Inoltre  sono state realizzate varie iniziative per arrestare il degrado urbano nelle principali città dell’Isola. Lo spopolamento dei centri minori e lo sviluppo caotico delle aree metropolitane rendono centrale la questione urbana.

Più acqua per Palermo;

La rete idrica della Città di Palermo risale per la maggiore al secolo scorso. I serbatoi sono troppo bassi e insufficienti per rispondere alle esigenze di una città che cresce e si espande. La dotazione idrica giornaliera per abitante è di poco più di 150  litri. Con il sostegno del FESR sono stati avviati i lavori di ristrutturazione dell’acquedotto, in sei quartieri della Città. Si è trattato nel complessivo di  otto progetti, grazie ai quali le perdite d’acqua hanno visto una riduzione del 40%, nonché la portata utile è ora a 260 litri pro capite, e sono stati eliminati i rischi di infiltrazioni pericolose  nelle condutture.

Verso una mobilità migliore;

Altro progetto in cui il FESR , ha partecipato in Sicilia al finanziamento di alcuni progetti  di potenziamento della rete ferroviaria, di completamento della rete  stradale e di ammodernamento degli aeroporti. Nel settore ferroviario .

Per potenziare uno dei maggioro collegamenti  ferroviari dell’Isola, la tratta Palermo-Messina, è stato realizzato il raddoppio di due tratti , tra Messina – Villafranca, e Terme di Vigliatore – Patti, per complessivi 37 chilometri.

Una delle principali opere dell’intervento è stata la galleria di 13 chilometri che ha apportato un consistente miglioramento  della capacità della linea, sia in termini di velocità, che nel numero dei treni giornalieri, soprattutto grazie ad una riduzione della pendenza, ed alle tecnologie di supporto del traffico ferroviario.

Con la riqualificazione delle piste di Volo degli aeroporti di Palermo “Punta Raisi” e Catania “Fontanarossa, è accresciuto il livello operativo di questi due scali aeroportuali. In particolare a Catania sono state compiute opere di drenaggio e di bonifica e sono stati ripristinati i raccordi tra il piazzale di sosta degli aeromobili e la pista di volo.

Nel settore dei collegamenti stradali il punto di forza è stato il completamento dell’autostrada Messina – Palermo,  con il tracciato tra Torrente Funaro e Castelbuono, per complessivi 35 chilometri. Il risultato è una diminuzione dei tempi di percorrenza tra i due Capoluoghi, di circa 40 minuti.

Risanamento Urbano a Palermo;

Finanziato dal FESR e dal FSE , il programma URBANM sostiene un insieme di iniziative contro il degrado urbano, in particolare nei quartieri del centro storico, Tribunali e Castellamare.

Gli interventi sono stati piuttosto importanti per la riqualificazione dei quartieri, avendo migliorato notevolmente la mobilità locale, ottimizzato i consumi energetici, e promosso l’occupazione.

In particolare è da citare il progetto Amat/Saturn, ovvero un sistema di telecontrollo degli Autobus connesso a 18 satelliti, e capace di determinare la loro posizione, e gli eventuali ritardi, in tempo reale.

Per quanto riguarda invece interventi di carattere ambientale, al fien di ridurre l’inquinamento da gasolio, è stata realizzata una centrale a gas naturale, che fornisce energia elettrica agli edifici pubblici di Piazza Giulio Cesare, e che in futuro potrebbe servire anche altri edifici, intervenendo in un consistente risparmio energetico.

Sempre a Palermo poi sono stati promossi interventi per ovviare alla disoccupazione, che in questa Città supera il 35%.

Il progetto QUOTA ( Quartiere, Unione, Orizzonti, Tentazione ed Arte) ha promosso i legami sociali tra i residenti di uno dei quartieri più critici della Città, “La Kalsa” , con il coinvolgimento specie dei giovani in attività creative come spettacoli teatrali e manifestazioni culturali.

Nell’ambito della cultura la Scuola Europea di Jazz, ha invece avviato dei corsi per Direttori di Orchestra, e per Strumentisti di Orchestra, consentendo alla Città di Palermo di divenire il punto di riferimento di tutta l’area Mediterranea per questo genere di musica.

 

Fonte : UE – DG Regio

 

Oristano 01 Marzo 2015                                                        Mauro Grussu