Castelsardo. Approvata mozione area metropolitana di Sassari

Più informazioni su

Il futuro del Nord Sardegna dipende, più che mai, dalle scelte che nelle prossime settimane verranno compiute a Cagliari dal Consiglio regionale. Il Consiglio comunale di Castelsardo ha approvato all’unanimità la mozione, presentata dal capogruppo Renato Posadino, per  sollecitare il Consiglio regionale a modificare il Disegno di legge approvato dalla Giunta regionale in materia di riordino del sistema delle autonomie locali, che prevede la cancellazione dell’area metropolitana di Sassari e l’istituzione di un’unica area metropolitana in Sardegna: quella di Cagliari. Già dal 2000 la Commissione europea (con la Decisione C 2359 del 8/8/2000, successivamente sempre confermata) aveva immaginato un modello di sviluppo per la Sardegna improntato su due poli metropolitani, appunto quelli di Sassari e Cagliari, le uniche due città con oltre 100.000 abitanti. Ora con la legge 56/2014 (c.d. Del Rio) ha demandato alle Regioni a statuto speciale l’individuazione delle aree metropolitane: la Sicilia ha rilanciato istituendone tre (oltre a Palermo e Catania, già riconosciute a livello europeo, ha aggiunto Messina) mentre la regione Sardegna sembra intenzionata a sacrificare Sassari. Ciò comporterebbe (dovendo Stato ed Unione europea conformarsi alle decisioni della Regione Sardegna) la progressiva desertificazione dei servizi di eccellenza, ma anche l’abbandono di gran parte dell’apparato periferico dello Stato e della Regione ed al fatto che sarà preclusa la possibilità di accesso ad ingenti risorse comunitarie, statali e regionali. Con la mozione si invita il Sindaco di Castelsardo a chiamare a raccolta tutti i comuni del sassarese, la Provincia di Sassari, le forze politiche, sociali, sindacali, la Camera di commercio, l’Università e, soprattutto, tutti i consiglieri regionali del nord Sardegna ad una presa di posizione forte e ad una mobilitazione al fine di far si l’area di Sassari, al pari di quella di Cagliari, possa ottenere il riconoscimento di area metropolitana, che consentirebbe di poter sviluppare le azioni inserite nei piani strategici comunali e sovra comunali, per lo sviluppo del nord Sardegna e, quindi, per uno sviluppo equilibrato dell’intera Isola.

Più informazioni su