Crolli nelle scuole, Serra: “il tempo delle attese è scaduto”

Più informazioni su

Ancora una volta la scuola, che dovrebbe accogliere i nostri bambini e i nostri ragazzi, garantendo loro sicurezza, si dimostra non all’altezza. Il crollo avvenuto  ieri nella scuola dell’infanzia “Vittorino da Feltre” di Sesto San Giovanni lascia basiti. “Non capiamo come sia possibile che ciò sia accaduto, circa due metri quadrati del soffitto di un’aula hanno ceduto lasciando cadere sulla testa dei bambini dei calcinacci, colpendone ben sette. “La tragedia è stata sfiorata anche questa volta, il tempo delle attese è scaduto, non si può continuare ad  assistere a questi episodi che si consumano, ormai, quotidianamente nelle scuole” –  lo afferma la senatrice Manuela Serra membro della Commissione istruzione di palazzo Madama –

Il crollo avvenuto nella scuola “Vittorino da Feltre”, purtroppo, non è stato il solo incidente avvenuto nelle scuole nella giornata di giovedì, altri due alunni, di dodici e tredici anni, della scuola secondaria di primo grado “Besta” di Bologna sono stati sfiorati da una pesante struttura in legno, crollata sui banchi durante la lezione. “Le scuole, purtroppo, è necessario ripeterlo a gran voce – continua  la Serra – cadono letteralmente a pezzi, Io diciamo, lo denunciamo e lo gridiamo da tempo. Il crollo del soffitto al liceo Dettori di Cagliari, avvenuto poco più di un anno fa, che solo per puro caso non ha avuto un epilogo tragico, evidentemente non è servito da monito”.

Il Movimento 5 Stelle ha posto tra i suoi obiettivi primari, fin dall’inizio della legislatura, l’edilizia scolastica. Sono stati presentati emendamenti, interrogazioni e ordini del giorno, fino ad ottenere  l’approvazione, nella legge di Stabilità 2014, di un emendamento che modifica il DPR 10 marzo 1998 n°76, introducendo la categoria dell’edilizia scolastica e consentendo ai cittadini di destinare l’otto per mille IRPEF ai lavori più urgenti di cui necessitano gli edifici scolastici: ristrutturazione, messa in sicurezza e adeguamento antisismico.

“Ci auguriamo  – conclude la senatrice – che questo evento sia davvero l’ultimo, non si può parlare di scuola e di riforme scolastiche se il governo non è realmente consapevole del ruolo della scuola e della sua importanza per il  Paese e per le future generazioni. Gli edifici che la ospitano devono essere in grado di farlo in sicurezza e nel rispetto delle norme, non solo per i bambini e per i ragazzi, ma anche per i lavoratori che ogni giorno prestano il loro servizio”.

 

Manuela Serra M5S Senato

 

Più informazioni su