Sabato,19 Aprile 2014 - ultimo aggiornamento ore 1:15 Homepage AssociazioniScuola Civica Dolciaria – Questa mattina la presentazione – I segreti dei...

Iniziative

29.769

156.755

118

423

Sostieni www.sardegnareporter.it

Pubblicità nazionale

L'esperto suggerisce (Leggi tutti)

Ultimi editoriali (Leggi tutti)

Opinioni dai lettori (Leggi tutte)

  • Antonio Deiara Docente di Musica (il 22/12/2013) scrive:

    Ittiri. Ultima Lettera Aperta al Ministro dell’Istruzione Maria Chiara Carrozza
    I bidelli...
  • Mauro Grussu (il 11/11/2013) scrive:

    LA FISCALITA' IN ITALIA
    Troppo spesso inizio a pensare di far parte di un altro mondo, di...
  • Francesco Lena, 24060 Cenate So (il 01/11/2013) scrive:

    LETTERA APERTA AL PARTITO DEMOCRATICO
    Caro partito Democratico, vorrei che in occasione del...
  • Antonio Deiara (il 21/10/2013) scrive:

    ITTIRI. LETTERA APERTA AL MINISTRO MARIA CHIARA CARROZZA SULLA “TERZA RIFORMA DELLA...

Ti piace il nostro sito?

Si, molto!

Nella norma

Sinceramente, non molto

  • Scuola Civica Dolciaria – Questa mattina la presentazione – I segreti dei dolci quartesi in un corso realizzato da Confartigianato e dal Comune di Quartu

    Scritto il 03/08/2011 da Federico Marini

    03 agosto 2011 - Questa mattina, presso l’Hotel Ristorante “Su Meriagu” di Quartu, è stata presentata la “Scuola Civica Dolciaria Città di Quartu Sant’Elena”.

     

    Il dolce tipico quartese ha fatto da cornice all’incontro con la Stampa che l’Associazione Artigiana e il Comune hanno organizzato per presentare il progetto coi suoi prodotti e la sua artigianalità, sotto gli occhi delle maestre dolciarie e dei corsisti, impegnati nell’apprendimento di questa particolare e tipica specialità quartese.

     

    All’incontro hanno partecipato il Sindaco di Quartu, Mauro Contini, l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Quartu, Dino Cocco, il Presidente Provinciale dell’UIPA Confartigianato Cagliari, Giampiero Lecis, il Presidente di Scuola & Formazione Confartigianato, Luca Murgianu, il Presidente del Consiglio del Comune di Quartu, i componenti la Commissione Attività Produttive del Comune di Quartu, le “maestre dolciarie” e i corsisti.

     

    Mandorle e zucchero, cultura e tradizione, arte e maestria.

    Sono questi gli ingredienti che fanno dei dolci tipici quartesi, veri e propri capolavori. E da questa estate, “Oss’e mottu”, “Gueffus”, “Pastissus”, “Candelaus”, “Gattò”, “Pirichittus ‘e bentu”, “Mustazzolus” e “Bianchinus”, non saranno più solo da gustare e da ammirare ma anche da imparare a riprodurre, attraverso la guida sapiente di cinque storiche maestre dolciarie.

    E’ questo, infatti, il progetto della “Scuola Dolciaria Civica Città di Quartu”, promossa e ideata dal Comune di Quartu Sant’Elena, dalla Confartigianato di Cagliari e dall’ente Scuola & Formazione Confartigianato.

    L’idea sperimentale, che punta sulla promozione turistica del territorio, valorizzando le competenze e le capacità dolciarie, si articolerà in 22 intereventi formativi, della durata di una singola giornata per ciascuna specialità.

    Questa “dolce attività” vedrà impegnati circa 220 “corsisti”, tra appassionati e turisti, per circa tre mesi, dalla fine di luglio alla fine di ottobre. Durante questo periodo i laboratori dell’Hotel Ristorante “Su Meriagu” del lungomare quartese, si trasformeranno in vere e proprie “officine dolciarie” dove, quasi per magia, semplici ma ricercati elementi naturali si trasformeranno in vere e proprie opere d’arte. Da conoscere, contemplare, assaporare e ricreare. Anche attraverso una guida che presto verrà mandata in stampa.

     

    Il Sindaco di Quartu, Contini, ha voluto mettere in evidenza come l’obiettivo principale sia quello di valorizzare gli antichi saperi, salvaguardare e garantire il patrimonio di conoscenza, mettere in contatto i maestri con tutti gli appassionati e promuovere il territorio e le attività.

     

    Per il Presidente di Confartigianato Cagliari, Lecis, questa è una opportunità importante per stimolare e sviluppare un settore che andrebbe tutelato e supportato, soprattutto dalla Regione. Per Lecis occorrono fondi per incentivare questi progetti in maniera più continuativa e ampia.

     

    Per l’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Quartu, Dino Cocco, la grande partecipazione dei corsisti a questa “scuola”, è la dimostrazione di come l’antica tradizione dolciaria abbia un inestimabile valore economico e sociale da tramandare e custodire. Cocco sottolinea come occorra un ulteriore salto di qualità, per supportare le attività e i prodotti tipici di Quartu.

     

    Il Presidente di Scuola & Formazione Confartigianato, Luca Murgianu, ringraziando il Comune, ha sottolineato come dalle sapienti mani dei maestri artigiani nascano veri e propri capolavori. Anche Murgianu ha sottolineato come occorra far crescere il progetto per farlo diventare un fiore all’occhiello dell’attività artigianale di tutta la Sardegna.

Fonte: SardegnaReporter.it | Stampa articolo | Condividi: Bookmark and Share

Foto..

Commenti

Siamo spiacenti ma non sono ancora presenti commenti

Lascia un tuo commento sull'articolo

Iscriviti gratis al sito o effettua il login per lasciare il tuo commento!

Adv

Banner Pm

888.it

Links

Il Bloggatore

motori ricerca

Sardegnareporter.it. Testata indipendente - Registrazione Tribunale di Tempio Pausania, registro stampa n° 96, decretodel12.09.2002

Direttore responsabile: Gian Franco Bruno Fadda - Redazione: Via del Tritone n° 45, Località Rena Majore – 07020 Aglientu (OT)

Tel. 3334652719 - Editore: Edizioni della Gallura, Partita I.V.A. 0226468907 - Località Rena Majore, Via del Tritone n°45 – 07020 Aglientu (OT)

Provider: Aruba.S.p.A. - realizzazione sito web by TimeforWeb - Periodicità: Quotidiana con aggiornamenti in tempo reale - Informativa sito