Home / Attualita' / Cagliari. “Per certi versi” riapre i battenti all’Università: sodalizio con l’Ateneo per avvicinare la poesia ai ragazzi

Cagliari. “Per certi versi” riapre i battenti all’Università: sodalizio con l’Ateneo per avvicinare la poesia ai ragazzi

Dopo la pausa estiva riapre i battenti la rassegna “Per certi versi”, organizzata da “Il Grimorio delle Arti”. La proposta culturale resta annuale, ma dedicata in particolare ai più giovani. Tuttavia questo ciclo si deve al supporto di un partner eccezionale in termini di formazione, l’Università degli Studi di Cagliari.

Per tre martedì prima della fine dell’inverno atterreranno sull’isola poeti da tutta Italia. I primi due incontri si terranno il 25 ottobre e l’8 novembre, dalle 16 alle 18, nell’Aula Wagner del Campus Aresu, mentre il terzo, il 6 dicembre, sarà un vero e proprio seminario, dalle 10 alle 18 con una pausa per il pranzo, nell’Aula Magna del Polo umanistico “Sa Duchessa”.

Il programma delle tre giornate è stato curato da Giovanna Caltagirone, docente di Letteratura italiana contemporanea all’Università di Cagliari, e da Marie-José Tramuta, docente di Lingua e Civiltà italiana all’Université di Caen. Se i primi due martedì accoglieranno Davide Rondoni e Rita Pacillo (25 ottobre), nonché Paolo Agrati, Alessandra Racca e Luca Bassi Andreasi (8 novembre) per dimostrare quanto la poesia abbia ancora da insegnare, la giornata di studi conclusiva (6 dicembre) alternerà alcuni ospiti a giovani studiosi in materia poetica. «Il seminario finale – spiega la Caltagirone – è nato all’interno di un accordo di cooperazione internazionale con l’Université di Caen e con l’alto patrocinio dell’Imec, l’archivio letterario nazionale del Novecento francese. Il progetto di ricerca che ha permesso il sodalizio tra i due atenei s’intitola Gli epistolari dei poetiPoet a la lettre, e lo scorso anno accademico ha visto protagonisti noi sardi in Normandia». Gli autori che daranno prova delle loro parole saranno Maria Grazia Calandrone, Nicola Bultrini, Claudio Pozzani e Gianpaolo Mastropasqua, affiancati dagli approfondimenti critici di Sandro Maxia, Francesca Corrias, Susanna Sitzia, Alba Castello, Giovanni Di Malta e Irene Palladini.

La scelta delle personalità in palinsesto è stata possibile grazie alla collaborazione del Grimorio delle Arti: «Siamo fieri che “Per certi versi” abbia l’Università al suo fianco – conferma Valentina Neri, presidente dell’associazione – perché è un ulteriore riconoscimento del lavoro svolto di promozione della poesia, che permetterà agli autori conosciuti l’anno scorso di tornare appositamente per i ragazzi. Senza contare il valore simbolico di legare un gruppo di privati che si spende in campo culturale a un’istituzione pubblica». Oggi c’è poca fiducia e quindi attenzione nei confronti della poesia contemporanea. Si legge poco, ma la rassegna intende cambiare la tendenza, almeno a in Sardegna: «Insegno le avanguardie poetiche del primo e del secondo Novecento – spiega la Caltagirone – e volevo che gli studenti potessero sentire i versi dei poeti dal vivo, sia per una questione tecnica di ritmo ed emissione della voce, che di esperienza diretta. Inoltre i ragazzi hanno la possibilità di provarne l’emozione e di essere informati sulle modalità espressive più attuali. Ci interessano le forme del reading e dell’improvvisazione dettata dal contesto; perciò la decisione è ricaduta sui performer. Il fil rouge che collegherà ogni intervento del seminario, sarà l’esistenza intima e universale quale fondamento dell’arte – conclude la docente – come testimonia nelle sue raccolte la Calandrone».

Dulcis in fundo, insieme agli autori di respiro nazionale non mancheranno le penne di casa, cioè Giuseppe Mereu, Alessandra Fanti, Gavino Angius e la stessa Neri, che li seguiranno a voce alta nelle performance.

Cagliari. “Per certi versi” riapre i battenti all’Università: sodalizio con l’Ateneo per avvicinare la poesia ai ragazziOLYMPUS DIGITAL CAMERACagliari. “Per certi versi” riapre i battenti all’Università: sodalizio con l’Ateneo per avvicinare la poesia ai ragazzi

Info su Francesca Pitzanti

Controlla Anche

cinema

Sassari. Van Gogh e Prince al Cinema Moderno Cityplex

La settimana al Cityplex Moderno di Sassari inizia con due eventi-cult: l’attesissimo “Loving Vincent” e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Optimized with PageSpeed Ninja
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com