Home / LE PROVINCE / Cagliari / Cagliari. Partono Le Settimane del Benessere Psicologico in Sardegna

Cagliari. Partono Le Settimane del Benessere Psicologico in Sardegna

Cagliari – Partono da Nuoro “Le Settimane del Benessere Psicologico in Sardegna” 2015: presentato questa mattina il ricco programma di iniziative, articolate su tematiche di vitale e generale interesse, che si terranno in tutta l’isola fino all’8 novembre.

Un sorriso disarmante e inatteso aleggia sul faccione del Gigante di Mont’e Prama, stilizzato in luminoso colore verde su fondo bianco: è questa l’immagine, ricreata dall’estro “grafico” di Stefano Asili, che bene rappresenta lo spirito che l’Ordine degli Psicologi della Sardegna ha voluto imprimere alle “Settimane del Benessere Psicologico in Sardegna 2015”, presentate questa mattina a Cagliari.

“Dobbiamo riuscire a ridare alle persone il senso del sorriso, ricostruire una cultura del sorriso, perché il mondo ne ha un estremo bisogno: è questa la nostra mission”, come ha sottolineato Angela Quaquero, presidente dell’Ordine degli Psicologi della Sardegna, che ha illustrato il ricco programma di iniziative, che prenderanno il via a Nuoro, lunedì 12 ottobre, nel corso della Conferenza Stampa a cui hanno partecipato Francesca Ghirra, Presidente Commissione Cultura, Sport e Pubblica Istruzione Comune di Cagliari; Mauro Sarzi, direttore Artistico Human Arts “Le mani dei Sarzi”; Viviana Gimelli, Direzione Fondazione Teatro Lirico Cagliari; Antonello Zanda, Direttore Società Umanitaria Cagliari; Massimo Portas, Coordinatore Commissione Formazione OPS e Maria Mameli, Tesoriera OPS.

“Abbiamo voluto ideare una sorta di percorso virtuoso – ha aggiunto la presidente Quaquero – che affronta molteplici momenti della vita dell’individuo, delle sue criticità, vecchie e nuove, nelle diverse situazioni e contesti e nelle sue interrelazioni con gli altri: attraverso il confronto delle esperienze dei nostri psicologi e l’apporto di personalità di spicco nel panorama nazionale, e non solo, vogliamo offrire un contributo reale al recupero di quell’equilibrio psicologico, emozionale, relazionale, troppo spesso reso fragile da contesti socio-familiare in tumultuoso cambiamento. Lo psicologo può svolgere una funzione essenziale nell’aiutare la persona a prevenire situazioni di forte disagio, che possono tradursi in patologie anche complesse, che richiedono interventi lunghi e onerosi. Investire in supporto psicologico significa risparmiare, da un lato, grandi sofferenze e dall’altro significa risparmiare notevolmente nella spesa sanitaria, in un rapporto da uno a due, e cioè spendere un euro oggi significa risparmiarne due domani!”.

In questo percorso ideale, che si dipanerà per quasi un mese, dal 12 ottobre all’8 novembre, si parte infatti dalle problematiche che accompagnano la fase perinatale, che verrà affrontata a Nuoro e a Olbia, sotto diverse angolature e specificità, per attraversare tutte le età dell’uomo e le diverse condizioni del suo vivere, con le molteplici criticità: dall’adolescenza, con la sua complessità nella scuola e fuori fra “buoni e cattivi”, alla maturità, nel rapporto con la malattia o con il lavoro, con i nuovi strumenti della comunicazione e nello sconvolgimento del pensiero tradizionale che il mondo della tecnica impone. In questo contesto assai significativo il primo appuntamento alla Biblioteca “S. Satta” di Nuoro, lunedì 12 ottobre, alle ore 16:00, dove si affronterà il tema “Dalla grotta all’ospedale. L’evoluzione dei contesti relazionali strutturati intorno all’evento fondamentale e irripetibile della nascita“, con Luigi Arru, Assessore Regionale della Sanità, Paride Braibanti, Barbara Deiana, Marco Guicciardi, Daniela Seddone. Coordina Angela Quaquero. Si prosegue a Olbia, con il convegno su “La salute della donna. Percorsi di intervento precoce e prevenzione del rischio depressivo nella gravidanza e nel puerpuerio“, a cura della Asl2, con M.Cattaneo, L.Cuboni, R.Di Silvio, M.C. Ghiani, G.Palumbo, E.Tognotti, l.Vismara.
Si prevede quindi una serie intensa di appuntamenti su temi di vitale e generale interesse nelle principali città dell’isola, Sassari, Oristano, Cagliari, di cui si darà conto di volta in volta, essendo difficile sintetizzarne la varietà e la ricchezza. Innumerevoli le personalità di spicco che porteranno il loro contributo quali Matteo Lancini, presidente della Fondazione Il Minotauro, Raffaele Ciambrone, Direzione MIUR-Ufficio Interventi Disabilità, Fulvio Giardina, Presidente Consiglio Nazionale Ordine degli Psicologi e il filosofo Umberto Galimberti, fra i più autorevoli studiosi e interpreti del rapporto tra l’uomo e la società, che sarà al convegno conclusivo del 6 novembre a Cagliari su “L’uomo e l’età della tecnica” con Maria del Zompo, Rettore Università di Cagliari e lo stesso Giardina.

A questi eventi si affiancheranno, inoltre, in numerose località, seminari, convegni, workshop, rassegne cinematografiche, spettacoli teatrali e manifestazioni sportive. In numerosissimi centri ci saranno anche gli “studi aperti”, dove saranno offerte consulenze psicologiche informative gratuite.

“L’obiettivo che come psicologi ci poniamo – ha concluso Angela Quaquero – è aiutare le persone a costruire nuove reti relazionali, che consentano il superamento della condizione di drammatica “solitudine” in cui la trasformazione della società ha confinato le persone: i giovani si sono inurbati, ma sono incapaci di costruire reti e gli anziani isolati nei paesi dell’interno, abbandonati a se stessi! Lo psicologo di comunità può costruire “reti antisolitudine“, che favoriscano un nuovo incontro fra persone in nuove modalità di condivisione e di legami interpersonali”.

L’intenso e articolato programma è stato reso possibile grazie alla mobilitazione straordinaria della categoria e al patrocinio di numerosi Enti e Istituzioni quali Consiglio Nazionale Ordine Psicologi, Regione Sardegna,Università degli Studi di Cagliari, Comune di Cagliari, Fondazione Teatro Lirico di Cagliari, Provincia di Cagliari, il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Universita di Sassari, Provincia di Sassari, Comune di Oristano, Provincia di Oristano, Comune di Olbia,Comune di Nuoro, Comune di Carbonia, Comune di Sassari, Comune di Bosa.
In collaborazione con: Tribunale per i Minorenni Cagliari, ASL 1 Sassari, ASL 2 Olbia-Tempio, ASL 3 Nuoro, ASL 4 Lanusei, ASL 5 Oristano, ASL 6 Sanluri, ASL 7 – Carbonia-Iglesias, ASL 8 – Distretto 1 – Cagliari,Consorzio per la Pubblica Lettura “S. Satta” Nuoro, CTM – Cagliari,Società Umanitaria – Cineteca Sarda, AIMMF, Banca Intesa San Paolo, Confindustria Sardegna meridionale, Fondazione Domus de Luna, Circolo Ufficiali Marina Militare Cagliari,ARST, Argiolas Vini Spa.Si ringraziano: Fattorie Gennargentu, Cantine Mancini, Cantina di Santadi.

Info su A. M.

Controlla Anche

Il significato dell’arte, un articolo di Dina Pala

Il significato dell’arte. L’Arte, dobbiamo riconoscerlo, non è la rappresentazione di qualcosa in forma figurativa, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Svolgi la seguente operazione * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com